Blog di Fatevi Cucinare da Francesca

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Locanda di Bacco

Pubblicato da Francesca in Ristoranti, negozi e co. · 24/08/2012 18.14.50
Tags: ristorantelocandapescecarneastice



Arrivare alla facciata di un bel ristorante e trovare la piantina di menta sulla finestra non fa una bella impressione. Con il prezzo e lo sconto in bella vista poi... Ma perdindirindina mettila in un vasino decente no??  o almeno gira il vaso per nascondere le etichette.
Lo so, son pignola... ma siamo partiti male. -2 punti.

Con i camerieri hanno guadagnato un punto: giovani, carini e gentili, un ragazzo e una ragazza ci hanno servito con discrezione e professionalità, ma senza far mancare quel tocco di "familiarità" che non guasta mai! E poi io adoro i grembiuli neri lunghi fino alle caviglie ;)
Avevamo prenotato un tavolo dentro, ma quando siamo arrivati lì abbiamo cambiato idea. Ci hanno dato un tavolo fuori senza nessun problema.



La tavola è semplice, ma apparecchiata con cura e attenzione ai dettagli. E ben si addice all'ambiente che la circonda. Se devo trovare una pecca c'era un po' buio, ma capisco che portare la luce in una piazzetta di città non sia cosa facile.

Con il vino ci hanno lasciato a bocca aperta. Arriva la cameriera dicendo: " Sig. Del Guerra anche stasera continuiamo con il solito vino dell'altra volta?"   



èèèèèèè????? siamo rimasti tutti lì come dei balocchi..... e come cavolo fai a ricordarti cosa ho bevuto l'ultima volta???? Sono passati due mesi!!!! E questa è solo la terza che mio suocero ci va. Decisamente un tocco di classe.

Ordiniamo, e dopo un po' (forse un po' troppo) arrivano gli antipasti.

Luciana e Donatella hanno preso la zuppetta di pesce: buona, saporita senza esagerare, abbondante e accompagnata da crostini di pane per la scarpetta.

Io e Giuseppe abbiamo mangiato i calamaretti gratinati con pistacchi e mandorle:



decisamente ottimi. Cotti alla perfezione, teneri, riuscivo a distinguere ogni sapore sul palato.

L'unico primo è stato lo spinosino vongole e bottarga di Giuseppe. Non amo la bottarga, ma ho fatto la scarpetta anche qui e devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita.

E finalmente siamo ai secondi:
fritto misto con paranza per Luciana



molto carina l'idea degli spaghetti fritti nel piatto!

Filetto di branzino con patate per Beppe



e astice alla maldiaviana per me e Donatella.... ragazzi! L'astice più buono che abbia mai mangiato in vita mia



Uno strato di cipolla bianca, uno di pomodorini e la gratinatura con il basilico. Mi dispiace rubarti l'idea Paolo, ma questo devo rifarlo per forza! E poi un astice intero per 20,00€. Ma stiamo scherzando??? Praticamente ci sono andati pari!

E per un fassi mancà nulla ci siamo sbaffati funghi fritti



e un insalata mista che era un pranzo da sola!



Ultimi, ma non per bontà, i dolci:

tris di sorbetti per Donatella e la Coppa di Bacco per Luciana.




Naturalmente, sempre per un fassi mancà nulla, passito di Pantelleria e caffè per tutti.

Spesa totale 163,00€ , e ci hanno fatto pure lo sconto.

Riassumendo: bella location anche se qualcosina di potrebbe migliorare.
Cibo ottimo. Paolo riesce ad usare ingredienti semplici e freschi con maestria. Bella anche la presentazione.
Servizio: impeccabile.

Vi consiglio spassionatamente una serata alla Locanda di Bacco. Non rimarrete delusi.


Lascia il tuo commento, clicca su leggi tutto e compila il banner.




Nessun commento

 
Torna ai contenuti | Torna al menu